Mostra fotografica "Mare caldo"

Massimiliano Boccone
Massimiliano Boccone Volunteer

Dal giorno 11 luglio sarà visitabile la mostra fotografica di Greenpeace Italia “MARE CALDO: immagini di un mare che cambia” che, attraverso un percorso di venti fotografie subacquee e aeree, racconta come i cambiamenti climatici stiano interessando il mare e gli organismi che lo abitano a varie profondità.

La mostra è stata realizzata nell’ambito dell'omonimo progetto “Mare caldo”, che dal 2019 studia - in collaborazione con i partner tecnico-scientifici del DiSTAV dell’Università di Genova ed ElbaTech - l’impatto dei cambiamenti climatici lungo le nostre coste e monitora, grazie a una rete che conta ben 10 aree marine protette, cosa sta succedendo sotto la superficie del mare. I dati raccolti parlano chiaro: le temperature del mare stanno gradualmente aumentando, anche in profondità.

"Il riscaldamento globale - spiega Alessandro Giannì, direttore delle campagne di Greenpeace Italia - sta causando un aumento delle temperature del mare con conseguenze anche sugli ecosistemi marini: quest’estate, i sensori del progetto Mare caldo hanno registrato un’anomalia termica, positiva di circa 2 gradi centigradi, con temperature superficiali che hanno raggiunto, e in alcuni casi superato, i 27 gradi”.

Lunedì 17, a partire dalle ore 16:30, nella sala De Trizio, sempre al piano terra del Centro Polifunzionale studenti, si svolgerà un incontro pubblico incentrato sulla tematica della mostra fotografica, che vedrà la partecipazione del prof. Gianfranco D’Onghia, ordinario in ecologia presso il Dipartimento di Bioscienze, Biotecnologie e Ambiente dell’Università degli Studi di Bari, la dott.ssa Angela Carluccio, postdoc UniSalento e Conisma, il dott. Pietro Petruzzelli, assessore alla Qualità della vita presso il Comune di Bari e il direttore delle campagne di Greenpeace Italia, Alessandro Giannì.

La mostra verrà ospitata presso la sala al piano terra del Centro Polifunzionale studenti dell’Università degli Studi di Bari, in piazza Cesare Battisti e rimarrà aperta, con ingresso libero, dall’11 al 21 luglio 2023, dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 20:00, sabato dalle 9:00 alle 18:00 e domenica dalle 9:00 alle 16:00. Per qualsiasi richiesta di informazioni potete inviare una email a gl.bari@greenpeace.it